Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sulle pagine di questo sito. Per vedere quali cookie utilizziamo e quali sono di terze parti visita la nostra pagina dedicata. Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Fidalmilano3 Fidalmilano_2 fidal_Milano_slideshow

Camminare, ovvero esperienze personali, poetiche, sportive e filosofiche. Dialoghi di una certa levatura si sono alternati, giovedì 7 novembre, nella sala conferenze della Palazzina Appiani dell'Arena di Milano, dove si è svolta la presentazione del nuovo libro di Ennio Buongiovanni: "Ci sono gli indiani ma vado avanti lo stesso" (Fusta Editore), organizzata in collaborazione con il nostro Comitato Provinciale.

Pubblico delle grandi occasioni in numero e qualità, con il presidente del Comitato regionale Gianni Mauri, il consigliere Gianfranco Lucchi, poi Francesco Panetta, Marco Marchei, Daniele Menarini, Walter Brambilla, Franco Ascani
I nuovo libro di Buongiovanni racconta del suo viaggio a piedi da Milano a Voltri, percorso che ha richiesto vari tentativi prima di essere finalmente portato a termine.
 
Testo ricco di suggestioni e di stili, con la storia e la geografia che si alternarno al lirismo e alla letteratura, con una "placida" narrativa capace di far tenere fissi gli occhi sulla pagina.
La serata è stata però anche l'occasione di un confronto sui significati del camminare. Al tavolo dei relatori ecco allora lo storico dello sport Sergio Giuntini, la poetessa Donatella Bisutti, e il bronzo modiale della 50 km di marcia Eleonora Giorgi (Fiamme Azzurre), insieme al suo allenatore Gianni Perricelli.
 
Il professor Giuntini ha sottolineato come la filosofia attuale sia espressamente in contrasto con la velocità che ha caratterizzato l'inizio del secolo scorso. "Questo millennio inizia all'insegna della lentezza e dell'andare a piedi" ha spiegato citando i recenti studi sul cosidetto "pensiero corporante in cammino".
 
La poetessa Bisutti ha ammesso di essere stata uan grande camminatrice in gioventù. Per lei, "il cammino di Ennio Buongiovanni è una sfida per strappare una quotidianità piuttosto velata, è un atto metafisico".
 
Eleonora Giorgi ha portato il suo racconto della marcia mondiale di Doha, ravvedendo qualche punto in comune con l'esperienza dello scrittore. "Anche per me Doha è stata un'avventura, non sapevo cosa mi sarebbe successo". Buongiovanni ha poi omaggiato l'atleta con una poesia scritta in occasione del suo podio mondiale.
 
Sul sito di podisti.net è disponibile la galleria fotografica dell'evento a cura di Roberto Mandelli.
Buongiovanni presentazione mandelli 

 

RUBRICA TELEVISIVA

FOTOGALLERY