Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sulle pagine di questo sito. Per vedere quali cookie utilizziamo e quali sono di terze parti visita la nostra pagina dedicata. Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Fidalmilano3 Fidalmilano_2 fidal_Milano_slideshow

Carraro situazione 2020

Nuova pista dell'Arena di Milano: lo spumante è stato messo in fresco per essere stappato a fine agosto. Questo per bocca del sindaco Beppe Sala, che settimana scorsa ci ha messo direttamente la faccia per annunciarlo alla città.

Golden Gala 2020: dopo essere tornato per pochi giorni nuovamente all'Arena di Milano (dove era già "praticamente" sicuro quando ancora le ruspe erano oltre le mura), a settembre, ora è andato definitivamente a prendere casa a Roma allo Stadio dei Marmi (transitando però prima per Napoli, terza tappa del Golden tour 2020). Questa la nuda cronaca a benficio dei non addetti ai lavori. Gli addetti invece, non hanno mai creduto per un istante a questa leggendaria figura mitologica del "Gala Mediolani". 

Campo Carraro: qui invece la realtà non lascia spazi a progetti e sogni. Nulla si muove, tutto ristagna, tranne l'erba che cresce copiosa in questa bella primavera covidica. Dove eravamo rimasti? Ricordiamo e aggiorniamo.

L’impianto di via Dei Missaglia (quartiere Gratosoglio, periferia sud), con la sua pista di atletica e tutte le altre strutture sportive, è ormai chiuso al pubblico da un anno e mezzo (settembre 2018). Motivo? C'è in ballo una grandissima opera di ristrutturazione generale, che però in attesa di partire lascia chiuso tutto, facendo sì che peggiori ulteriormente quel che (di vecchio, anno di nascita 1987) già c'è.

carraro situazione2020

Breve storia triste. Nel 2014 la giunta Pisapia stanzia ben 3,5 milioni di euro per ristrutturare il centro sportivo. Cambiano le giunte e cambiano i progetti. Giusto il tempo di aggiornare cifre e disegni, e arriviamo in un battibaleno al 7 maggio 2018, giorno di chiusura del bando che nel frattempo è sceso a 2,6 milioni di euro: sempre una gran bella cifra. Il 15 ottobre di quell'anno il bando viene vinto dall'impresa "Dicataldo Sabino" di Barletta (che in seguito si aggiudicherà anche la gara per il rifacimento della pista dell'Arena), con un ribasso del 25%. Tutto bene fin qui? No, perché la seconda azienda classificata, la "Gianfelici srl", fa ricorso al TAR, il quale, il 18 aprile del 2019 cambia l'esito della gara e giudica la seconda classificata come legittima vincitrice.

Bene, si può iniziare ora? No. La Dicataldo ribatte nuovamente via TAR e tutto si ferma ancora, in attesa di un nuovo giudizio. Il Comune non può far altro che prendere atto della diatriba in corso e attendere la conclusione dell'iter giudiziario.

Nel frattempo, lo scorso settembre il campo chiude definitivamente. Mercoledì 6 novembre la consigliera comunale Anna De Censi (stretta collaboratrice dell'assessore allo Sport Roberta Guaineri), davanti a un centinaio di persone riunite all'esterno del centro sportivo, annuncia che entro aprile 2020 è attesa la sentenza definitiva sull’aggiudicazione dell’appalto. Il calendario però ci informa che siamo ormai arrivati a giugno: che succede al Carraro?

Succede nulla al Gratosoglio. Pochi giorni fa il Comune ha informato gli interessati alla sorti del campo che "in seguito ad istanza di rimessione in termini (basata anche sull’attuale normativa emergenziale) della controinteressata Impresa, il TAR ha fissato nuova udienza di discussione nel merito per il prossimo 4 novembre 2020”. Ci mancava anche il Coronavirus.

carraro situazione2020c

Ancora sei lunghissimi mesi di attesa per sapere chi potrà iniziare a lavorare, scavare e costruire. Data fine lavori? Il bando prevede 365 giorni per portare a termine l'opera. Se tutto funzionasse come un orologio svizzero, il nuovo Carraro sarebbe pronto per gennaio 2022. Tre anni dopo la chiusura dell'impianto. Come resisterà il quartiere a questo prolungata e forzata chiusura?

Intanto la decadenza delle strutture è testimoniata dalle immagini in questa pagina: uno scenario post atomico, dove le vittime sono gli sportivi. Basteranno i soldi stanziati per recuperare gli ulteriori danni arrecati dalla chiusura forzata e dalla mancata manutenzione? Altra domanda che è meglio non farsi.

Ma tra domande non fatte e risposte non date, l'atletica muore. E anche un po' di Milano.

SEGUICI SU: Instagram @atletica_milano | Facebook www.facebook.com/fidalmilano | Twitter @fidalmilano 

DAVI.VIGA.

RUBRICA TELEVISIVA

FOTOGALLERY

Orari di Apertura Comitato

Dal MARTEDI' al GIOVEDI' dalle 15.00 alle 17.00

VENERDI' dalle 12.00 alle 16.00

Chi è Online

Abbiamo 171 visitatori e nessun utente online

Calendario Articoli

July 2020
Mo Tu We Th Fr Sa Su
29 30 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 1 2