Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sulle pagine di questo sito. Per vedere quali cookie utilizziamo e quali sono di terze parti visita la nostra pagina dedicata. Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Stampa
Visite: 1228

La notizia dell'improvvisa e prematura scomparsa di Vincenzo Leggieri (62 anni) luttoha sconvolto tutta l'atletica milanese e italiana. Il tecnico della Pro Sesto Atletica è morto ieri pomeriggio, giovedì 13 agosto, mentre si trovava a Livigno in ritiro con i suoi atleti.

Un malore improvviso ha così stroncato la vita del direttore tecnico della Pro Sesto. Leggieri aveva anche ricoperto l'incarico di segretario del nostro Comitato Provinciale nel corso di questo mandato, prima delle sue dimissioni a metà mandato.

Leggieri ha sempre seguito la vocazione per il mezzofondo. Prima come specialista di valore nazionale negli 800 metri, poi come tecnico fin dal 1977. Nelle ultime stagioni aveva contribuito alla grande crescita di due azzurri come Micol Majori e Leonardo Cuzzolin.

"Non si può spiegare il vuoto che ci ha lasciato, era l’amico di tutti, il riferimento per tutti gli atleti. La Società è sconvolta nel dare la triste notizia. Abbiamo perso un caro amico e un fratello". Così ha scritto la Pro Sesto sulla propria pagina Facebook.

Il presidente Paolo Galimberti e tutto il Consiglio provinciale, esprimendo il loro profondo cordoglio, si uniscono al dolore della moglie Cosetta e di tutta la famiglia Leggieri. 

Lo scorso febbraio Vincenzo Leggieri, insieme a Micol Majori, fu ospite della trasmissione radio "Sport in condotta" insieme a "Cross per Tutti". Vi invitiamo a rivedere il video del suo intervento: un modo per conoscerlo al di fuori delle piste di atletica: LINK qui (dal minuto 29).

L'estremo saluto a Vincenzo verrà dato domani 15 agosto dalle 10.00 alle 12.00 e domenica 16 agosto dalle 14.00 alle 17.00 presso la casa funeraria "La melzese" via 4 vie 6, Melzo.

vincenzo leggieri 

SEGUICI SU: Instagram @atletica_milano | Facebook www.facebook.com/fidalmilano | Twitter @fidalmilano