Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sulle pagine di questo sito. Per vedere quali cookie utilizziamo e quali sono di terze parti visita la nostra pagina dedicata. Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Fidalmilano3 Fidalmilano_2 fidal_Milano_slideshow

fibrosi cistica fidal

E' stata presentata questa mattina a Milano la 18° Campagna Nazionale per la Ricerca, sostenuta dalla "Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica". Il tradizionale evento ha visto per la prima volta ospite la Federazione di Atletica, che ha scelto di scendere in campo insieme alla Fondazione per condividere obiettivi e iniziative a favore della ricerca contro quella che è la malattia genetica grave più diffusa in Italia (7mila malati, 100mila nel mondo). 

La storica Sala Liberty del Circolo Filologico di Milano, a due passi da Piazza Cordusio, ha visto intervenire il segretario generale FIDAL Fabio Pagliara a fianco del presidente della Fondazione, Matteo Marzotto. Con lui una delle atlete più rappresentative del nostro sport, il bronzo mondiale Eleonora Anna Giorgi, mentre in sala erano presenti il consigliere nazionale Sabrina Fraccaroli e il presidente del Cus Milano Alessandro Castelli.

La collaborazione prevede che la Fondazione possa trovare spazio e voce all'interno dei tanti eventi che la Fidal organizza su tutto il territorio nazionale.

Il presidente Marzotto ha ringraziato le 147 delegazioni sparse sul territorio italiano insieme ai loro 10mila volontari. Nonostante il lockdown e un crollo del 60% nella raccolta di fondi, la Fondazione è riuscita comunque a donare 1,7 mln da investire nella ricerca scientifica. "L'Italia rimane un paese generoso" ha detto.

Il segretario Pagliara ha sottolineato i punti che accomunano il nostro sport e gli scopi della Fondazione. "Lo sport in Italia vive di volontariato" ha detto. "Noi siamo produttori di benessere perché l'atletica è lo sport dei sani".

Gradita e applaudita la presenza di Eleonora Giorgi (foto sotto), le cui fatiche per il bronzo di Doha nella 50 km di marcia ha colpito tutti i presenti. Inevitabile il raffronto tra i suoi sforzi "sportivi" con quelli che i malati di fibrosi cistica fanno ogni giorno per mantenere una buona condizione di salute.

"In questi anni ho fatto grandi risultati ma la medaglia non arrivava mai. Però non mi sono mai arresa e ho perseguito un sogno con la passionei. Vedo tante similitudini tra la mia marcia e questa malattia. I miei però non sono sacrifici, sono invece scelte e opportunità".

fibrosi cistica Marzotto Giorgi

Anche Filippo Tortu è intervenuto con un video in cui invita a sostenere la ricerca scientifica sulla fibrosi cistica.

DAVI.VIGA. 

SEGUICI SU: Instagram @atletica_milano | Facebook www.facebook.com/fidalmilano | Twitter @fidalmilano  

RUBRICA TELEVISIVA

FOTOGALLERY

Orari di Apertura Comitato

Dal MARTEDI' al GIOVEDI' dalle 15.00 alle 17.00

VENERDI' dalle 12.00 alle 16.00

Chi è Online

Abbiamo 210 visitatori e nessun utente online

Calendario Articoli

October 2020
Mo Tu We Th Fr Sa Su
28 29 30 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31 1