Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sulle pagine di questo sito. Per vedere quali cookie utilizziamo e quali sono di terze parti visita la nostra pagina dedicata. Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Fidalmilano3 Fidalmilano_2 fidal_Milano_slideshow

siepi regionali

La seconda ondata della pandemia da coronavirus sta colpendo in pieno l’Italia: l’atletica leggera, pur avendo vissuto una buona fetta della propria stagione, si appresta a vivere altri mesi difficili in un 2020 già di per sé molto complesso. Il Comitato Regionale FIDAL Lombardia ha scelto di intervenire in modo concreto nei confronti dei clubil vero e proprio motore del movimento.

Il Consiglio Regionale FIDAL Lombardia nella sessione svolta in videoconferenza ieri martedì 3 novembre ha deliberato variazioni di bilancio per una somma molto consistente (oltre 100.000 euro) da destinare al ristoro (sul conto corrente FIDAL) di ognuna delle oltre 550 società affiliate: un impegno economico non indifferente, che rifonderà quasi completamente i sodalizi della quota di affiliazione versata nel 2020 e che riguarderà indistintamente tutti i club.

"Per FIDAL Lombardia è uno sforzo economico notevole - commentano il presidente FIDAL Lombardia Gianni Mauri e i vicepresidenti Roberto Goffi e Luca Barzaghi - ma è doveroso aiutare più che si può le nostre società e fornire uno stimolo per rinnovare l’affiliazione anche per la stagione 2021, uno stimolo importante soprattutto per quelle società che hanno avuto pochissime occasioni per gareggiare in questa sfortunata stagione. Già in piena prima ondata la Lombardia aveva manifestato la propria volontà di venire incontro ai club con una proposta di intervento molto consistente inoltrata a FIDAL nazionale".

Doveroso inoltre ricordare che FIDAL Nazionale alcuni mesi fa aveva deliberato la gratuità del tesseramento 2021 per Esordienti, Ragazzi e Cadetti già tesserati nel 2020. "È una decisione positiva - spiega Bruno Frigeri, consigliere delegato al Bilancio - ma che impatta sulle casse di FIDAL Lombardia per circa 60.000 euro di minori entrate:  pur in un quadro complesso per le ridotte risorse disponibili, faremo il massimo per le nostre società".

L'atletica lombarda è stata anche un’avanguardia nella rinascita estiva di questa disciplina, con la serie di webinar Training during Covid-19 e Walk, Run, Jump&Throw Agorà con lo psicologo Andrea Colombo durante i mesi di aprile e maggio e con i raduni-test in sicurezza tra Brusaporto (Bergamo) e Mariano Comense (Como) fortemente voluti dal Settore Tecnico Regionale e dal fiduciario Sergio Previtali.  

Buone notizie anche per il Gruppo Giudici Gare, altro tassello cruciale del puzzle della nostra atletica. Su proposta del presidente Mauri e del responsabile del GGG Lombardia Mauro Gerola il Consiglio Regionale FIDAL Lombardia ha infatti deliberato un ulteriore investimento nei confronti degli ufficiali di gara per dotarli di migliori tecnologie (cronometraggio, telecamere, tabellone, divise ed altro).

Il presidente regionale ha altresì ricordato la figura del bergamasco  Pietro Carminati (scomparso recentemente), esempio speciale di giudice e di uomo. Tra le buone novelle emerse dalla sessione di ieri sera anche un accordo con il Comune di Mariano Comense (Como) destinato a incrementare ulteriormente l’attività e il potenziale del Centro Tecnico Regionale del settore Lanci.

Ufficio Stampa FIDAL Lombardia

RUBRICA TELEVISIVA

FOTOGALLERY