Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sulle pagine di questo sito. Per vedere quali cookie utilizziamo e quali sono di terze parti visita la nostra pagina dedicata. Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Stampa

OGGETTO: Modifiche al Regolamento Tecnico Internazionale
In occasione del Congresso Iaaf di Daegu dell’agosto scorso sono state diramate ulteriori modifiche al RTI in vigore dal 1° Novembre 2011.
Allegato alla presente vi rimetto l’elenco di tutte le modifiche tecniche (Capitolo V° RTI) disposte in questi ultimi due anni e che saranno recepite interamente nella nuova edizione italiana del Regolamento Tecnico Internazionale 2012/13 in corso di revisione.
Si fa presente che le modifiche segnalate sono solo quelle deliberate dal Council e dal Congress Iaaf, con esclusione di tutta una serie di ulteriori variazioni di carattere esclusivamente “editoriale”.

Principali modifiche apportate:
- istituzione del I° Giudice ai transponder;
- gli Arbitri sono responsabili anche delle zone di riscaldamento e del cerimoniale;
- non è assistenza portare dispositivi per il controllo del cuore, velocità, sensori, ecc;
- chi reclama deve partecipare allo stesso turno di gara o trattarsi di competizione a punteggi;
- ufficializzata la staffetta mista, la 4x800 e la 4x1500;
- differenziazione dei cartoncini dei Giudici di Partenza da quelli degli Arbitri;
- caduta del testimone in avanti: l’atleta che lo raccoglie deve tornare al punto dove è caduto;
- abolita l’inversione per la sesta prova nelle finali dei concorsi;
- il nastro che avvolge l’impugnatura dell’asta non deve creare anelli;
- istituiti specifici pesi per gli attrezzi da lancio delle Allieve;
- nei lanci toccare lo “spigolo” del cerchio o fermapiede è causa di nullità;
- i richiami della marcia diventano “paletta gialla”;
- istituiti i Primati Juniores Indoor;
- vengono riconosciuti i primati realizzati nei concorsi misti;
- nei primati dei lanci deve essere ricontrollato l’attrezzo usato.

Sono stati inoltre meglio dettagliati i compiti del Delegato Tecnico e del Direttore Tecnico, mentre le regole della staffetta e dei salti in estensione sono state riscritte.
Con l’invito ad applicare la nuova normativa, ove previsto, porgo il mio più cordiale saluto.

IL FIDUCIARIO NAZIONALE

Lamberto Vacchi

download