giulia sommi davide copetaOttimi risultati alla prima edizione, giovedì 1 luglio, della "Cinquepuntozero" di Canegrate o 5.0 se preferite. Lasciamo agli organizzatori dell'Atletica PAR Canegrate la scelta corretta del nome di una nuova corsa su strada che ha raccolto da subito l'entusiasmo e i pareri positivi dei partecipanti. Cinque km secchi e certificati FIDAL da percorrere, un giro solo che ha regalato grandi sfide tra i partecipanti.

In sei hanno corso sotti i 15 minuti, tre record nazionali master, 241 gli atleti classificati.

Vittoria finale dopo un'appassionante volata per il bergamasco Davide Copeta (CS San Rocchino) in 14:41, medesimo tempo di Michele Fontana (Aeronautica), il favorito. Chiude il podio Salvatore Gambino (DK Runners) che con 14:48 segna il nuovo primato per gli M40. Dietro ci sono Andrea Astolfi (CUS Pro Patria Milano) 14:51, Ademe Cuneo (Cento Torri Pavia) 14:55. Primato di categoria M45 anche per Dario Rognoni (CUS Pro PAtria Milano) con 15:24.

Tutto al contrario invece nella gara femminile, dove a metà se ne va Giulia Sommi (CUS Pro Patria Milano) e nessuna la prende più. La prestazione (17:13) fa ancor più scalpore, visto che la maratoneta si è messa alle spalle atlete ben più "solide" su distanze brevi, come la junior piemontese Arianna Reniero (Atletica Stronese - 17:25), 4° ai tricolori di categoria sui 3000 e 5000, e la sangiorgese Roberta Vignati (Free Zone - 17:30), 4° agli Assoluti sui 3000 siepi. Dietro ci sono Francesca Durante (Atletica Verbania) 17:57 e la junior brianzola Sara Gandolfi (Atletica Gisa) 18:09. Claudia Gelsomino (PBM Bovisio) segna il primato F55 con 18:25.

DAVI.VIGA. 

SEGUICI SU: Instagram @atletica_milano | Facebook www.facebook.com/fidalmilano | Twitter @fidalmilano 

RUBRICA TELEVISIVA

3Atletika

FOTOGALLERY

FOTOGALLERY