Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sulle pagine di questo sito. Per vedere quali cookie utilizziamo e quali sono di terze parti visita la nostra pagina dedicata. Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Rapp_2 rapp_cortenova

andrea caiani rietiAncora un poker di medaglie per l'atletica milanese nella seconda e ultima giornata di gare a Rieti per i Campionati Italiani individuali e per Regioni Cadetti/e 2018. Stesso bottino di ieri, sabato 7 ottobre, ma sostanziosa variazione nella qualità dei metalli. Due ori e due argenti per chiudere la massima rassegna under 16, che ancora una volta ha visto la vittoria finale nella classifica per Regioni della Lombardia, grazie anche all'apporto degli atleti milanesi.

Dopo l'attesa vittoria di Susanna Dossi di ieri nei 2000 metri, oggi l'aspettativa era tutta per la vittoria di Andrea Caiani (Athl. Villasanta) nell'esathlon. Dopo una prima giornata ad alto livello (13.54 nei 100 hs - 951 - 1.86 nell'alto - 913 - 34.89 nel giavellotto - 566) il brianzolo di Monza ha confermato il suo ruolo di favorito con tre altre valide prove. Su tutte la grande prestazione nel salto in lungo, dove ha realizzato al terzo e ultimo balzo un salto di ben 6.50 mt, misura che gli sarebbe valsa anche la medaglia d'argento nella gara individuale. Incamerati 909 punti dalla sabbia, Marco ha contenuto gli avversari con 34.89 nel giavellotto (566) e 3:02.93 nei 1000 mt (538). Punteggio finale 4472 pt, 84 in più del veneto Davide Pierobon giunto secondo. A pesare sul rendimento complessivo della gara c'è stata la pioggia che ha flagellato la metà delle gare: il monzese si presentava a Rieti con una migliore prestazione di 4785 pt. Caiani ha vinto con ottime prestazioni nelle sue gare d'eccellenza, gli ostacoli e i salti, mentre presenta ancora ampi margini di miglioramento nei lanci. Il giovane atleta è allenato da Laura Antonini, madre di Simone Fassina che, sempre in maglia Athletic Club Villasanta, prima di trasferirsi in un college americano, vinse nel 2011 a Jesolo proprio il titolo italiano Cadetti nelle prove multiple (allora pentathlon), con l'allora primato italiano di 3991 punti. Altro atleta milanese impegnato era Niccolò Chiaverini  (Scuola Sportiva Atletica Punto It) che chiudeva le sue sei fatiche a quota 2708 pt in 20° posizione, appensantito da tre nulli nella prova di salto in lungo.

Il secondo oro di giornata è quello che si è messa al collo Elisa De Santis (Atletica Concorezzo), prima frazionista dell'imbattibile staffetta 4x100 della Lombardia, che ha primeggiato annichilendo le avversarie con un giro percorso in 48.30.

Giacomo Simonini (Athl. Villasanta) aveva puntato tutto sulla gara dei 1200 siepi, rinunciando alla maglia di titolare lombardo nei 2000 metri che si era conquistato vincendo i campionati regionali sulla distanza. L'atleta allenato da Valerio Redaelli ne aveva ben donde, visto che sulla distanza con ostacoli vantava la terza prestazione italiana dell'anno (3:24.78). Pronti via e il brianzolo è subito lì davanti ad animare la gara insieme al bresciano Matteo Carasi. Passaggi veloci, il gruppo non tiene il passo e sul rettilineo finale la gara è un affare a due. Simonini va davanti ma Carasi ha un migliore spunto nel finale e va a vincere in una stretta volata per soli 3 decimi (foto sotto). Primato personale per entrambi, ovviamente: 3:21.79 contro 3:22.07. 

Sulla pedana del salto in alto il giovane Edoardo Stronati (Scuola Sportiva Atletica Punto It), al primo anno di categoria, aveva due avversari in più. La pioggia che ha flagellato il campo gara, e un problema al piede con cui fa i conti da qualche settimana e che gli aveva già impedito di partecipare ai campionati regionali. L'atleta allenato da Daniela Frasani si ritrova a inseguire il favorito Alessandro Meduri, che fa un percorso immacolato fino a 1.94. Per Stronati due errori a 1.86, uno a 1.90, poi tre tentativi alla misura del vincitore. Il terzo salto è il migliore ma l'asticella cade anche in questa occasione. Si ferma quindi a 5 cm dal pb, ma resta una buona prestazione di carattere e un'esperienza che tornerà utile nel prossimo appuntamento tricolore.

Nella finale dei 300 hs era presente Andrea Hapau (Scuola Sportiva Atletica Punto It), che si ritagliava un valido 7° posto in 47.73. Una buona esperienza per lei, atleta al primo anno di categoria che sa farsi valere anche sulla distanza più breve con ostacoli (12.26). Nella finale B era in gara Arianna Bellani (Atl. Albiate) che chiudeva al 3° posto con 47.18. Finale B nei 300 metri per Giulia Fedeli  (Scuola Sportiva Atletica Punto It) conclusa in 5° posizione con 42.92. 

DAVI.VIGA.

edoardo stronati rieti

giacomo simonini rieti

RUBRICA TELEVISIVA

FOTOGALLERY

Orari di Apertura Comitato

Dal MARTEDI' al GIOVEDI' dalle 14.00 alle 18.00

VENERDI' dalle 12.00 alle 16.00

Chi è Online

Abbiamo 58 visitatori e nessun utente online