Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sulle pagine di questo sito. Per vedere quali cookie utilizziamo e quali sono di terze parti visita la nostra pagina dedicata. Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Rapp_2 rapp_cortenova

Duemila atleti in una corsa campestre? Beh sì, è possibile. A Milano è possibile. Oggi l'ultima tappa del Cross per Tutti 2019 ha conquistato una vetta che da tanto tempo sfuggiva per poco, quel traguardo dei 2mila arrivati che fa la differenza tra grandezza e leggenda. Paderno Dugnano (Mi) si conferma il campo dei miracoli, dove il nuovo record di 2010 atleti al traguardo cancella il precedente dello scorso anno di 1972. E' questo un traguardo che premia un circuito che, in sole otto edizioni, è stato capace di riscrivere il concetto di corsa campestre (non ci sono podi e coppe di gara, non ci sono premi in denaro) coinvolgendo migliaia di atleti da tutta la Lombardia e non solo, di ogni età dai 5 agli 80 anni. La giornata primaverile ha dato certamente una mano a far crescere la partecipazione soprattutto dei più piccoli, ma oggi il sole più che complice, è forse stato esso stesso premio per quanto di buono fin qui fatto dagli organizzatori. 

Fotoalbum Fidal Mialno a cura di Orazio Vezzosi: LINK

Successi per i favoriti di giornata. Federico Maione (Free-Zone) chiude la gara "elite" con una incredibile volata su Zohair Zahir (CUS Pro Patria Milano), mentre Nicole Reina (CUS Pro Patria Milano) fa il vuoto nella prova femminile sulla compagna Valentina Costanza e la bergamasca Viola Taietti (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter). Claudia Gelsomino (Cardatletica) numero uno delle master in quarta posizione, l'allieva Nicole Coppa (Bracco) è 7° davanti alla junior Matilde Confalonieri (Vis Nova Giussano). Chiusura in clamoroso recupero anche per l'allievo Marco Zanzottera (US Sangiorgese) tra gli under 20 davanti allo junior Giorgio Braccia (PBM Bovisio), mentre con passo regolare Paolo Donati (Ondaverde) è ancora una volta il migliore dei master over 50. Entusiasmante la partecipazione del settore giovanile, con 584 Ragazzi/e e Cadetti/e e ben 953 Esordienti.
Cross Per Tutti Paderno 2019 

Le gare - La prova "elite" maschile (6 km) si sviluppa su avvicendamenti e colpi di scena tra gli atleti favoriti. Fuori classifica c'è stato l'assolo dello junior del Ciad Mahamat Ali Hissein, che ha corso tutta la gara in testa al gruppo. A fare l'andatura ha pensato l'ex azzurrino Ademe Cuneo (Atl. Cento Torri Pavia), partito subito con un ritmo che gli ha permesso di guadagnare qualche decina di metri sugli avversari. La condizione dello studente del College del Mezzofondo dell'Insubria non è però ancora  la migliore, e con il passare dei chilometri è Zo Zahir (CUS Pro Patria Milano) a rientrare su di lui e a staccarlo nel corso dell'ultimo giro. Dietro però, il miler canturino under 23 Federico Maione(Free-Zone) trova il ritmo adatto a lui e rientra su Cuneo. Il finale è la copia di quanto visto l'anno scorso a Seveso, con Maione che fa partire una volata irresistibile negli ultimi cento metri e supera Zahir al fotofinish. Terzo è Cuneo, seguito da Matteo Geninazza (CUS Pro Patria Milano), Aymen Ayachi (CUS Pro Patria Milano), Andrea Nervi (Fanfulla Lodigiana), Filippo Dallù (CUS Pro Patria Milano) e Riccardo Bado (Atl. Arcobaleno Savona). Gabriele Fusè (Ondaverde - SM35) si conferma il migliore dei master under 50 in 11° posizione.
 

La gara femminile (4 km) vive sul duello tra le ex campionesse italiane delle siepi del CUS Pro Patria Milano Nicole Reina e Valentina Costanza. La più giovane Reina deve testare la condizione in vista degli Italiani di cross del prossimo week end, rallentata in questo inverno da una fascite plantare. Pronti via e la gara si incanala sul binario monorotaia della Reina, che con azione efficace e regolare aumenta il suo vantaggio sulla Costanza, mai troppo lontana ma incapace di recuperare sulla prima. Alla fine saranno 9 i secondi di distacco tra le due. Chiude il podio, più distante, la bergamasca Viola Taietti (Atl. Bergamo 59 Oriocenter), davanti all'ex tricolore di maratona Claudia Gelsomino(Cardatletica - SF50), che partita con calma mette a segno ancora una invidiabile progressione. Seguono Debora Varrone (Bracco), la triatleta Carlotta Missaglia (CUS Pro Patria Milano), Gaia Pigolotti (Nuova Atletica Varese), poi l'allieva Nicole Coppa (Bracco) e la junior Matilde Confalonieri (Vis Nova Giussano).
 

Emozioni forti nella gara under 20 (4 km) dove si sfidano junior e allievi. Sulla carta è attesa una sfida tra gli junior Giorgio Braccia (PBM Bovisio) e Andrea Sambruna (Atl. Cento Torri Pavia), vincitore sette giorni fa nella sua Cinisello Balsamo. Braccia fa gara di testa e prende un leggero vantaggio, ma non ha fatto i conti con l'under 18 Marco Zanzottera (US Sangiorgese), già 4 vittorie in questa edizione. L'allievo del professor Giuseppe Zammitto si produce nel suo proverbiale recupero dell'ultimo chilometro, entra in testa nella dirittura finale e resiste all'ultima vigorosa accelerazione di Braccia, che si arrende solo dopo il traguardo: sei decimi il loro distacco. Terza piazza ancora per l'allievo Gebre Russom (CUS Pro Patria Milano), davanti a SambrunaAlessandro Felici (Fanfulla Lodigiana) e Luca Sironi (Team-A Lombardia).
 

Nessuna particolare sorpresa dalla gara di apertura riservata ai Master over 50. Al favorito Paolo Donati (Ondaverde - M55) non sembra vero di essere davanti già al primo passaggio: si guarda intorno in cerca di avversari, ma oggi non ce ne sono. Il suo rivale numero uno Massimo Martelli (Road Runners Club Milano) ha un problema muscolare e veleggia nelle retrovie: chiuderà 52°. Così all'ex azzurro delle Fiamme Gialle non resta che una gara solitaria davanti a Giovanni Bivona (CUS Pro Patria Milano - M50), staccato di 20 secondi. Terzo è Oscar Balbiani (SEV Valmadrera - M50), seguito da un pimpante Giacomo Lia (GS Maraton Max - M55) e dalla coppia dell'Ondaverde Francesco Di Palmo e Gianluca Urbani.
 

Settore giovanile - Gare particolarmente affollate quelle delle categorie Cadetti/e e Ragazzi/e. Tra i Cadetti (2 km) si risolve tutto nel finale di gara, con una doppietta degli atleti di casa Luca Andreis e Lorenzo Surico, che suggellano così una giornata storica per l'Euroatletica 2002. Terzo posto per Federico Incontri (Pol. Novate) davanti al compagno Mattia Uboldi. Nella gara Cadette la favorita Emma Gatti impiega un chilometro per liberarsi delle avversarie, ma poi fa tutto da sola fino al traguardo. Alle sue spalle, dopo 24 secondi, volata al cardiopalma tra Alice Giambusso (Atletica Punto It) e Nadia Paindelli (Forti e Liberi Monza), così divise dal fotofinish.


Gare Ragazzi/e vinte dai migliori del circuito, ma non senza difficoltà. Tra i Ragazzi 2006 quinta vittoria di Mattia De Rocchi (Atl. Muggiò) ma dopo una volata spalla a spalla con Alberto Carnieletto (Pol. Bienate Magnago). Tra le Ragazze successo (il terzo) altrettanto al fotofinish per Iolanda Donzuso (Milano Atletica) su Emma Pollini (Geas). Tra i nati del 2007, netto successo (il terzo) per Romeo Ravà (CUS Pro Patria Milano), mentre tra le Ragazze quarta vittoria per Giorgia Franzolini (Euroatletica 2002).

La premiazione finale del circuito si svolgerà nella serata di venerdì 15 marzo al Cineteatro Excelsior di Cesano Maderno (MB).


Classifiche Società

Assoluti (87): CUS Pro Patria Milano (1898) - Team-A Lombardia (1839) - Pol. Team Brianza Lissone (850)

Giovanile (90): Euroatletica 2002 (19378) - Athletic Club Villasanta (14316) - PBM Bovisio (13341)

Master (133): Euroatletica 2002 (5337) - Ondaverde Athletic Team (4940) - Atl. Virtus Senago (2650)

RUBRICA TELEVISIVA

FOTOGALLERY

Orari di Apertura Comitato

Dal MARTEDI' al GIOVEDI' dalle 14.00 alle 18.00

VENERDI' dalle 12.00 alle 16.00

Chi è Online

Abbiamo 298 visitatori e nessun utente online