Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sulle pagine di questo sito. Per vedere quali cookie utilizziamo e quali sono di terze parti visita la nostra pagina dedicata. Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Fidalmilano3 Fidalmilano_2 fidal_Milano_slideshow

ATLETICA SOVICODavvero una brutta Pasqua in casa Atletica Sovico. Nella notte dello scorso venerdì 29 marzo, ignoti hanno dato fuoco e incenerito completamente la struttura in legno e tartan che ha ospitato le premiazioni della 25° Corsa Campestre Sovicese, svoltasi domenica 24 marzo. La notizia è trapelata solo in questi ultimi giorni, quando gli uomini della società hanno ormai ultimato la raccolta di quanto, inutillizabile, è rimasto. «Domani buttiamo via tutto» ha detto sconsolato Daniele Villa, dt della società guidata da Enzo Aliprandi.

Dopo la gara la struttura era rimasta allestita nell'area feste di via Lambro, dove si era svolto il cross. «Avevamo deciso di smontare il tutto dopo Pasqua - spiega Villa - perché con la pioggia della giornata di gara e dopo era impossibile far entrare il camion nei prati». Così, pochi giorni dopo la corsa, qualcuno ha deciso di dar fuoco a tutta la struttura in legno, nella notte tra venerdì e sabato. Avvisati da un vicino che ha avvistato il fumo, sono intervenuti i Vigili del Fuoco che hanno domato l'incendio. Azione doppiamente spregevole, quella degli ignoti piromani, perché le fiamme avrebbero anche potuto propagarsi al bosco circostante causando danni ben maggiori.

Al momento però è l'Atletica Sovico l'unica vittima del gesto che, quasi certamente, resterà impunito. «Non ci sono sospetti, nessuna idea su chi possa essere stato. Sarà la solita bravata senza senso. Siamo rimasti tutti pietrificati e senza parole» chiarisce Daniele Villa. Ora, al di là della cenere, ben poco è rimasto del palco che ha accolto le premiazioni del cross sovicese. «E' bruciato tutto: il legno, i paletti di sostegno, il tartan che avevamo comprato per l'occasione e che poi avevamo intenzione di utilizzare ancora». Il palco delle premiazioni è andato infatti ingrandendosi nel corso delle varie edizioni della gara e proprio quest'anno, in occasione della 25° edizione, era stato ancor più "arricchito".

Ed ora? Ora si va avanti, come sempre nell'atletica. La stagione su pista è iniziata e l'Atletica Sovico non si ferma certo a piangere sul legno bruciato.

All'Atletica Sovico va tutta la solidarietà e la condanna dello scriteriato gesto della presidente provinciale Sabrina Fraccaroli e del Consiglio del CP Milano.

RUBRICA TELEVISIVA

FOTOGALLERY