Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione sulle pagine di questo sito. Per vedere quali cookie utilizziamo e quali sono di terze parti visita la nostra pagina dedicata. Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Fidalmilano3 Fidalmilano_2 fidal_Milano_slideshow

carugatePolisportiva Carugatese, ovvero quando la velocità si "tinge" di giallo. Qui il giallo non è però un mistero, bensì la certezza che, dopo i campionati provinciali di staffette di domenica 21 aprile a Bovisio Masciago, il futuro della velocità milanese passa dalle maglie gialle della Polisportiva Carugatese. Domenica infatti, la società monzese ha inanellato due vittorie nelle staffette veloci giovanili (4x100 Ragazzi e Cadetti), una doppietta storica che ha portato alla ribalta provinciale il gruppo guidato da Maurizio Grandi, non nuovo però a vittorie così importanti.

«Abbiamo già vinto in passato nelle staffette, anche un titolo regionale, però due vittorie insieme mai» dice entusiasta il dt Grandi, fresco di festeggiamenti in sede. «Oggi (ieri per chi legge, ndr) abbiamo affettato dieci torte dopo gli allenamenti: eravamo in più di cento a festeggiare». Oltre ai due ori c'è stato anche un bronzo nella 3x1000 Cadetti ad aumentare il numero delle bottiglie da stappare. Dopo la festa però si può provare ad analizzare gli elementi che hanno portato a questo risultato. «Il nostro "segreto" sta nello stimolare il divertimento e la spensieratezza senza tralasciare la serietà negli allenamenti e nei confronti dell'avversario. I ragazzi da noi fanno tante specialità, li facciamo girare e cerchiamo di fargli conoscere le varie discipline dell'atletica, andando a stimolare le loro capacità innate».

Un approccio multilaterale che è stato applicato anche, concettualmente, nella preparazione delle staffette vincenti. «Abbiamo fatto un grande lavoro sulle staffette, dedicando almeno un allenamento a settimana negli ultimi due mesi. Abbiamo curato molto i particolari, dalla fase di accelerazione al passaggio del testimone. In più abbiamo fatto girare tutti nei vari cambi, tutti hanno provato le diverse frazioni. In questo modo - prosegue Grandi - i ragazzi hanno fatto esperienza imparando a conoscere le caratteristiche di tutti i compagni e sapendo come comportarsi con ciascuno di loro». Strategie utile che si è rivelata vincente quando, nella formazione Cadetti, all'ultimo momento il titolare Riccardo Di Fino, infortunato, è stato sostituito da Chester Stucchi.

Le tre medaglie conquistate a Bovisio sono il frutto di un grande lavoro da parte dei tecnici sui 120 atleti che costituiscono il vivaio della Polisportiva Carugatese. Da questi numeri sono scaturite le nove staffette schierate ai Campionati provinciali, compresa la 4x100 AM targata Pro Sesto ma composta da atleti ex Carugate. 

Ora un mese di attesa prima dei Campionati regionali (26 maggio a Vigevano): con che spirito e quali ambizioni ci si arriva? «Ai regionali ce la giochiamo per la finale» dice Maurizio Grandi. L'augurio è che possa eccerci qualcosa in più di una finale.

I campioni provinciali della Polisportiva Carugatese.

RM: Luca Perego, Davide Corbetta, Dario Lafranceschina, Christian Preziati

carugate-ragazzi4x100 

CM: Alessandro Galbiati, Giacomo Pesenti, Chester Stucchi, Diego Perquis

carugate-cadetti4x100 

RUBRICA TELEVISIVA

FOTOGALLERY