Stampa
Visite: 545

Ludovica Cavalli ancona

Mese di settembre dedicato ai Campionati di Società. La prima sfida scudetto a scendere in pista, sabato 11 e domenica 12 a Bergamo, sarà quella Under 23, ovvero le formazioni composte da junior e promesse.

Tre le società milanesi impegnate: CUS Pro Patria Milano e Pro Sesto Atletica tra gli uomini, Bracco Atletica tra le donne. Scenderanno in pista alcuni dei più importanti atleti del settore giovanile. Il campione italiano assoluto indoor Franck Brice Koua nei 110 hs, l'azzurra Ludovica Cavalli nei 1500 (nella foto), la plurimedagliata juniores azzurra Alessandra Iezzi (200). Bracco punta alla vittoria o almeno a un piazzamento sul podio, le altre in cerca di un valido piazzamento.

Le formazioni milanesi

CUS Pro Patria Milano: Gabriele Castagna (peso), Giorgio Robert Cattaneo (alto/triplo), Gianluca Denti (lungo), Olotu Samuel Eghagha (100/200), Anwar Habboubi (3000 siepi), Akram Haida (disco/martello), Ibrahim Jammeh (800), Franck Brice Koua (110 hs), Riccardo Legnani (400 hs), Andrea Panassidi (400), Ghebregiorghis Natan Russom (1500), Alberto San Pietro (5000), Cristian Verri (giavellotto).

Pro Sesto Atletica: Lorenzo Bertocchi (giavellotto), Mattia Campi (5000), Federico Castrovinci (3000 siepi), Niccolò Chiaverini (lungo/asta), Luca Cordani (alto), Mattia Donola (200), Stefano Galluccio (disco/peso), Francesco Gargantini (400), Lorenzo Paganini (110 hs), Christian Previtali (100), Matteo Roda (1500/800), Andrea Rosa Bernardins (400 hs), Martino Tosana (triplo).

Bracco Atletica: Nicola Acerboni (5000), Matilde Bacco (lungo), Annalisa Biffi (asta), Alessia Brunetti (400), Martina Canazza (800), Ludovica Cavalli (1500), Gaia Ceruti (100 hs/peso), Clelia D'Agostini (martello/disco), Emanuela Furesi (giavellotto), Camilla Galimberti (3000 siepi), Claudia Garletti (alto), Alessandra Iezzi (200), Francesca Liviani (5000 marcia), Elena Ubezio (400 hs), Camilla Vigato (triplo).

DAVI.VIGA.

SEGUICI SU: Instagram @atletica_milano | Facebook www.facebook.com/fidalmilano | Twitter @fidalmilano