Stampa
Visite: 1504

arena civica1

Ora che è tutto finito sì, possiamo dirlo: "è andata bene, anzi benissimo"! Il "Trofeo Nazionale Atletica Meneghina" ha fatto passare qualche notte insonne all'Atletica Meneghina e al Comitato provinciale Fidal. Gestire un migliaio di atleti, da mattina sera, in questi tempi di doverose ristrettezze da Covid, poteva sembrare un'impresa impossibile.

Invece, la collaborazione di tutti, il grande dispiego di persone organizzate e l'applicazione di ferree regole, ha permesso di dar vita a quello che, al momento, è stata la gara più grande organizzata nell'ultimo anno.

"Complimenti agli organizzatori - ha detto il presidente Fidal Milano Paolo Galimberti - Hanno avuto coraggio nel gestire numeri così importanti, sicuri delle loro capacità e del folto numero di volontari che hanno gestito con professionalità i flussi di ingresso , uscita e sul campo. Un ringraziamento speciale ai Giudici di gara, per il grande lavoro durante tutta la giornata".

Ad apprezzare la qualità del meeting, presenti anche la vicepresidente nazionale Grazia Maria Vanni, il consigliere nazionale Gianfranco Lucchi, il vicepresidente regionale Luca Barzaghi e il direttore tecnico della nazionale Antonio La Torre.

Tra i tanti risultati della giornata, spicca il 400 donne, prova di selezione per la staffetta azzurra. La valdostana Eleonora Marchiando si è confermata in splendida forma vincendo in 53.28, davanti alla altoatesina Petra Nardelli (53.63) e alle gemelle del CUS Pro Patria Milano Virginia (53.90) e Serena Troiani (54.04 pb), Aurora Casagrande Montesi (CUS Pro Patria) 54.18 e Denise Rega (Team-A Lombardia) 55.76.

Ottimo momento della velocità femminile, con la "padrona di casa" Arianna De Masi (Atletica Meneghina) che corre i 100 in 11.85 (+0.6) e la varesina Noemi Cavalleri (Atletica Brescia 1950) con 24.62 (-2.7) nei 200. Bene la junior Chiara Manenti (Fanfulla Lodigiana) in 25.17. L'allieva Maddalena Scansetti (PBM Bovisio) ha vinto l'alto con 1.63.

Nelle gare del mattino riservate ai master, da segnalare le ottime prestazioni di due grandi ex campioni della nostra atletica. Mara Cerini (Atletica Ambrosiana) ha sfiorato il record italiano sugli 800 metri SF50 con 2:22.84, mentre Mauro Pregnolato (Forti e Liberi Monza) SM55 ha dominato i 1500 con 4:35.56.

Gare Giovanili - Numerosa e qualificata la partecipazione dei nostri giovani. Negli 80 piani, Francis Wamwayi (CUS Pro Patria Milano) vince con 9.55, davanti al compagno Matteo Lidio Urbani (9.77) e Christian Strazza (Atletica Cernusco) 9.81. Beatrice Visconti (100 Torri&Vigevano) regola la concorrenza in 10.70, davanti a Chiara Cecchetto (Euroatletica 2002) 10.88 e Marta Bottoni (100 Torri&Vigevano) 10.96.

Nei 300 piani, bene le cadette. Elisa Valensin (CUS Pro Patria Milano) si conferma in ottima forma e vince in 41.10, poi Erika Saraceni (Atleticrals2) 41.81 e Lavinia D'Angelo (NA Astro) 41.85, per una gara di ottimo livello. Luciano Bonacina (Riccardi Academy) è primo con 38.14, poi Riccardo Ambrosiano (Atletica Cesano) 39.15 e Matteo Cwalinski (100 Torri&Vigevano) 39.15.

Vita facile per i vincitori dei 1000 metri. Mattia De Rocchi (Atletica Muggiò) se ne va al colpo dello sparo e con 2:43.65 supera Luigi Turrin (Atletica Vignate) 2:48.71 e Alberto Carnieletto (Atletica Bienate Magnago) 2:50.57. Emma Pollini (Geas Atletica) corre sul filo dei 3 minuti (3:01.14 pb). Bene alle sue spalle Iolanda Donzuso (Milano Atletica) 3:03.98, Rebecca Borgonoso (Geas) 3:08.45.

Nel salto triplo, Federico Crepaldi (Atletica Punti It) 11.16, poi Filippo Schiavetti (11.08) e Gabriele Balbo (11.02) dell'Atletica Monza. Dalila Viscardi (Atletica Punto It) atterra a 10.24, poi Lisa Vanoli (Atletica Bienate Magnago) 9.96 e Livia Raia (PBM Bovisio) 9.89. Molto bene nel salto in alto Francesca Bianchi (Daini Carate) che sale fino a 1.53, davanti a Francesca Veronelli (Atletica Meneghina) 1.35 e Nicoletta Ziano (Milano Atletica) 1.20.

Lanci non particolarmente esplosivi. Nel giavellotto, Andrea Baldo (Atletica Punto It) segna 41.15, poi Davide Stefani (Atletica Sovico) 32.30 e Federico Sancini (Atletica Riccardi) 29.31. Marta Riva (Pol. Carugate) lancia a 30.45, seguita da Elisa Frosi (Atletica Punto It) 24.57 e Maria Lisset Zorat (Atletica Sovico) 23.54. Nel peso, Bianca Borgarelli e Fhilippu Fernando fanno doppietta per l'Atletica Meneghina con la stessa misura di 7.05, terza finisce Conny Cacciato (Azzurra Garbagnate) con 7.02. Al maschile, Alessandro Scalia (SGM Forza e Coraggio) arriva a 8.64, davanti a Richmond Tchango (NA Fanfulla Lodigiana) 8.61 e Luca Sacchetti (SGM Forza e Coraggio) 6.83.

A breve sarà disponibile sulla nostra pagina Facebook (@fidalmilano) il fotoalbum delle gare a cura di Orazio Vezzosi. 

DAVI.VIGA.

SEGUICI SU: Instagram @atletica_milano | Facebook www.facebook.com/fidalmilano | Twitter @fidalmilano